Untitled 1 Responsive Flat Dropdown Menu Demo
  010.593295     CA.SA. S.A.S. Immobiliare di G. Casciscia & C.    casasasimmobiliare@gmail.com  
Home / News / Dettaglio
Mutui: in aumento le somme, attesa una crescita dei tassi
Mutui casa in fase di normalizzazione. Tra dubbi sullo spread e attendismo su un possibile rialzo dei tassi bancari, secondo l’ultimo Osservatorio Mutuionline, aggiornato allo scorso 31 ottobre, i finanziamenti per l’acquisto di casa tornano a caratterizzarsi per richieste legate alla prima casa. Sempre meno rilevante il fenomeno delle surroghe.

Stando agli ultimi dati le richieste di stipula di un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale sono prevalenti sul totale, rappresentandone il 46,7%, a conferma della ripresa di un andamento organico del mercato. Meno pesanti le richieste di surroga, benché le erogazioni legate a questa modalità raggiungano ancora il 55,1% del totale. 

Mutui, prevale la scelta del tasso fisso
Nell’ultimo anno ha prevalso nettamente la domanda di mutui a tasso fisso, complice il momento particolarmente favorevole relativo alle condizioni di tassi e spread bancari. Tale modalità ha guadagnato quasi dieci punti percentuali, fissandosi nel quarto trimestre all’85,3% del totale. Dal punto di vista delle erogazioni il dato è ugualmente evidente: oltre 9 mutui su 10 sono a tasso fisso, il 90,7%.

I mutui preferiti sono tra 20 e 30 anni
Per quanto riguarda le durate, si registra un totale di 74,2% di richieste di mutui con durata tra i 20 e i 30 anni. Dalla parte delle erogazioni,  il 46,8% dei mutui ha durata 20 anni. In seconda posizione c’ è il 16,9% di mutui che durano 15 anni.

Crescono gli importi medi erogati
Cresce di quasi il 3% anche l’importo medio richiesto dei mutui, che si fissa a 132.667 euro (rispetto ai 128.974 del terzo trimestre dell’anno). Lo stesso per l’importo medio erogato dalle banche, che passa da 124.365 euro a 126.924 dell’ultimo trimestre. In calo le richieste di mutui di fascia più bassa: il 34,8%, per somme dai 50 ai 100 mila euro, in calo rispetto al 36,1% del trimestre precedente. Crescono invece leggermente gli importi di tutte le fasce più alte richieste, fino a oltre 200 mila euro. Andamento simile per le erogazioni.

In aumento le percentuali di valore finanziate
Oltre un terzo delle richieste di mutui è fatta per finanziare dal 70 all’80% del valore della casa (il 37,2%), mentre per un loan-to-value dal 60 al 70% concorrono il 17,6% delle domande. Lato erogazioni, le percentuali finanziate si ridimensionano: per l’intervallo 70-80% troviamo il 27,1% dei mutui concessi, seguito dal valore 60-70% con il 22,8% dell’erogato.

Il profilo del mutuatario
L’identikit del richiedente un mutuo è quello di una persona del nord Italia (42,5%), tra i 36 e i 45 anni (43,3%) e un impiego a tempo indeterminato (82,8%) con un reddito tra i 1.500 e i 2.000 euro (36,4%). I valori coincidono in linea di massima con il profilo di chi ottiene un finanziamento per acquistare casa, fatta eccezione per il dato professionale: i lavoratori a tempo indeterminato sono l’87,4%.

 Tassi mutui in aumento
Sotto il profilo dei tassi, si registra un lieve aumento a ottobre, con il tasso medio fisso che segna l’1,94% rispetto all’1,90% del mese precedente e il variabile che guadagna due centesimi di punti ed ha segnato, sempre in ottobre, lo 0,82%. Questi aumenti fanno parte di una politica messa in atto da tempo dalle banche per reagire al clima di incertezza e alla prospettiva di un rialzo dei  costi del denaro, ma non sono di fatto imputabili direttamente a un cambiamento delle condizioni dei parametri a cui i tassi dei mutui si rifanno realmente, dunque Eurirs ed Euribor. Tali parametri si mantengono infatti su valori molto bassi: dopo l’1,56% del’8 ottobre, l’Irs è tornato a calare segnando il 9 novembre l’1,48%, mentre l’Euribor a 3 mesi è ancora fermo a -0,37%. È quindi ancora possibile garantirsi notevoli risparmi a tassi estremamente convenienti. 

https://www.idealista.it/news/finanza/mutui/2018/11/16/
128887-mutui-in-aumento-le-somme-attesa-una-crescita-dei-tassi


 
Cookies | Privacy | ImmobilG Gestionale Immobiliare | Landing Page

©2001-2018 CA.SA. S.A.S. Immobiliare di Giorgio Casciscia & C.

P.zza Piccapietra, 76/53 - 16121 GENOVA (GE) - Part.Iva: 01175670999
Tel. 010593295 - e-mail: casasasimmobiliare@gmail.com

ennegitech
Sviluppato da Ennegitech su piattaforma MobileFirst 2