Untitled 1 Responsive Flat Dropdown Menu Demo
  010.593295     CA.SA. S.A.S. Immobiliare di G. Casciscia & C.    casasasimmobiliare@gmail.com  
Home / News / Dettaglio
La Lombardia è ancora il primo mercato immobiliare d’Italia
Il rapporto 2018 sul mercato immobiliare della Lombardia presentato da Scenari Immobiliari e Casa.it conferma la Lombardia primo mercato immobiliare d’Italia.

Nel 2018 la Lombardia si conferma come il primo mercato immobiliare d’Italia, concentrando il 22,8 % delle compravendite residenziali nazionali.

Rispetto al 2017 la crescita delle transazioni nella regione ha vissuto un’ulteriore accelerata, incrementandosi del 13,8% (quasi cinque punti in più sul comunque positivo risultato nazionale del comparto residenziale).

Il numero di compravendite concluse in Lombardia dovrebbe attestarsi entro la fine dell’anno a 140 mila unità immobiliari, contro le 123 mila registrate nel 2017 in uno scenario nazionale di 610 mila transazioni (in crescita dell’8,9% rispetto all’anno precedente). Questi sono alcuni dei dati del Rapporto 2018 sul mercato immobiliare della Lombardia, presentato a Milano da Scenari Immobiliari in collaborazione con Casa.it.

“La Lombardia – ha dichiarato Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, in apertura dei lavori – ha lo stesso numero di compravendite del Portogallo e si avvicina all’intera Polonia, confermandosi anche nel 2018 come un mercato a parte rispetto al resto del Paese.”.

Nel 2018 in Lombardia i prezzi medi di vendita sono tornati al 95,8 % del valore nominale registrato nel 2007, con una crescita dell’1,2% rispetto al 2017. In Italia, invece, in media le quotazioni hanno proseguito la propria discesa (pur mostrando un significativo rallentamento) perdendo lo 0,1% sull’anno precedente e fermandosi a quota 83,9% dei valori rilevati nel 2007.

Il 2019 in Italia si dovrebbe caratterizzare per un arresto del calo dei prezzi medi delle abitazioni, che rimarranno invariati rispetto al 2018, mentre in Lombardia è prevista una lieve accelerata della crescita delle quotazioni, con un incremento nell’ordine dell’1,5%. E nel 2020 si dovrebbe arrivare a una crescita dei prezzi del 4,2%, assistendo al contempo anche a un primo ricarico dei prezzi a livello nazionale, attorno all’1% rispetto ai valori registrati nel 2018, pur rimanendo ancora stabilmente al di sotto dei valori pre-crisi.

A Milano la rinnovata qualità urbana, unita al consolidamento dei fondamentali economici della città, hanno reso il capoluogo lombardo una delle mete più ambite come destinazione di studenti lavoratori, turisti, imprese e investimenti.
Le conseguenze di questo dinamismo sul mercato immobiliare negli ultimi anni non si sono fatte attendere. L’andamento del mercato residenziale del 2018 ha continuato a registrare risultati positivi, che dovrebbero portare a fine anno ad un totale di 36 mila compravendite, per un incremento dell’8,4% sul 2017. Per la prima volta in oltre dieci anni la crescita su base annua del fatturato (più 8,7%) è avanzata a ritmi più rapidi dell’incremento del numero di compravendite, grazie consolidamento della crescita delle quotazioni immobiliari nelle zone semicentrali della città.

Entro la fine dell’anno il fatturato del comparto residenziale dovrebbe arrivare a quota 10,6 miliardi di euro, segnando anche in questo caso il risultato migliore degli ultimi 10 anni. L’andamento delle quotazioni immobiliari nelle zone centrali di Milano, dopo un moderato assestamento nei primi anni della recente crisi economica, è tornato a crescere. I prezzi medi al metro quadrato del 2007 sono stati recuperati già a partire dal 2015 e nel corso degli anni successivi si è assistito ad una costante crescita.

“Le richieste degli utenti generate dal nostro portale Casa.it verso gli agenti immobiliari – ha commentato Luca Rossetto, Amministratore Delegato Casa.it – sono un indicatore affidabile dei trend futuri delle compravendite e non possono che confermare il trend di crescita della Lombardia registrato da Scenari. Infatti, i dati misurati dal nostro portale mostrano una crescita regionale di +14% delle richieste generate dagli utenti nel mese di Novembre 2018, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tra i capoluoghi di provincia, registrano un segno positivo Cremona e Pavia che crescono rispettivamente del +25% e del +24% rispetto all’anno scorso. A Lecco le richieste generate crescono di +22%, seguono: Brescia (+ 21%), Mantova (+16%), Bergamo (+16 %) e Varese (+13%). Milano si conferma un mercato dinamico con un incremento delle richieste pari al 12% rispetto a Novembre 2017. Seppur con una intensità di crescita leggermente inferiore alle altre città della regione, si registra un +9% delle richieste a Como e un +6% a parimerito a Monza e Lodi. In ultima posizione, ma sempre con segno positivo, si attesta Sondrio con una crescita delle richieste rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente di +2%. Questa crescita è frutto di una sempre maggiore propensione all’uso del portale e della app mobile da parte del pubblico, del maggiore interesse verso l’acquisto della casa e delle migliorate capacità tecnologiche di Casa.it nel catturare utenti interessati.”.

https://blog.casa.it/2018/12/13/lombardia-primo-mercato-immobiliare-ditalia-2018/


 
Cookies | Privacy | ImmobilG Gestionale Immobiliare | Landing Page

©2001-2018 CA.SA. S.A.S. Immobiliare di Giorgio Casciscia & C.

P.zza Piccapietra, 76/53 - 16121 GENOVA (GE) - Part.Iva: 01175670999
Tel. 010593295 - e-mail: casasasimmobiliare@gmail.com

ennegitech
Sviluppato da Ennegitech su piattaforma MFK